Bologna

x = independently organized TED event

Theme: Innovazioni Esponenziali

Bologna, Italy
October 12th, 2013

Watch video from the event

Please install flash player to see this video.

More videos from the TEDx YouTube Channel »

View photos from the event on Flickr

About this event

"L'analisi storica del progresso tecnologico dimostra che l'evoluzione della tecnologia segue un processo esponenziale e non lineare come invece si sarebbe portati a pensare"
Ray Kurzweil



Sabato 12 Ottobre 2013
Bologna ospiterà
il primo TEDx interamente dedicato
all'innovazione esponenziale.

La domanda di fondo dell’evento sarà: chi sta accelerando il nostro futuro?


Per trovare la risposta il comitato scientifico insieme al Curatore di TEDxBologna ha individuato 12 dei maggiori protagonisti italiani dell’innovazione che con i loro talk guideranno il pubblico a scoprire in che modo l’accelerazione del progresso tecnologico sta cambiando il mondo.



Siamo persuasi che il futuro sarà molto più sorprendente di quanto siamo portati a pensare: riteniamo che le implicazioni dell’accelerazione dell’innovazione non sono state ancora realmente interiorizzate e in Italia, più che altrove, c’è bisogno di diffondere queste conoscenze che hanno un impatto così forte sui settori trainanti l’economia mondiale.

Confirmed Speakers

  • Sanzio Bassini
    Sanzio Bassini entrato al CINECA nel 1979, nel 1981 è divenuto il responsabile tecnico dei sistemi per il calcolo intensivo occupandosi inizialmente dei sistemi Control Data. In seguito ha preso parte al progetto che ha portato nel 1984 alla introduzione del primo supercalcolatore vettoriale in Italia diventando responsabile delle attività di supercomputing. Nel 1989 è stato il responsabile del progetto di migrazione dell'ambiente di produzione per il calcolo scientifico verso il sistema operativo Unix e nel 1992 è stato nominato Coordinatore del Gruppo Supercalcolo. Come responsabile dei sistemi di supercalcolo nel corso del 1986 è stato referente del gruppo di lavoro sui sistemi operativi della Conferenza mondiale degli utenti Cray e nel corso del triennio '92-'94 è stato membro del gruppo di lavoro internazionale sul supporto per l'uso dei sistemi di supercalcolo. Nel 1996 è stato nominato Responsabile del Settore Sistemi ad Alte Prestazioni, il settore che si è occupato dello sviluppo delle infrastrutture del Consorzio CINECA relativamente ai sistemi informatici ad alte prestazioni per il calcolo, la grafica, la visualizzazione scientifica, la realtà virtuale e la gestione di grandi archivi di dati. Nel 2003 è stato nominato dal Ministero dell'Università e della Ricerca rappresentante italiano nel panel "European Strategy Forum on Research Infrastructure" e membro del gruppo di lavoro relativo alle Grandi Infrastrutture nazionali per la Ricerca del CNR. Nel 2006 è stato nominato Direttore del Dipartimento Sistemi e Tecnologie del CINECA, posizione che ha ricoperto fino al 2010, divenendo Direttore del Dipartimento Supercalcolo Applicazioni e Innovazione. Nel 2011 è stato delegato dal MIUR a rappresentare l'Italia nel European e-infrastructure policy forum. Dal 2010 è membro del Council di PRACE - Partnership for advanced computing in Europe e dello Steering Board di ETP4HPC - European Technolgy Platform for High Performance Computing.
  • Giorgio Metta
    Giorgio Metta è direttore dell' iCub Facility all’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), dove guida lo sviluppo del robot umanoide iCub. Laureatosi con lode in Ingegneria all’Università di Genova nel 1994, consegue il Dottorato in Ingegneria elettronica nella stessa Università nel 2000. Tra il 2001 e il 2002 lavora all'AI Lab del MIT di Boston come “postdoctoral associate”. Le sue attività di ricerca riguardano la robotica umanoide bioinspirata, con particolare attenzione verso lo studio e la realizzazione di sistemi artificiali dotati di capacità di apprendimento automatico. Svolge la sua attività scientifica con team interdisciplinari: neuroscienziati, psicologi, informatici e robotici. Autore di oltre 200 pubblicazioni, Metta è anche Professore di Robotica Cognitiva all’Università di Plymouth (UK) dal 2012, e Deputy Director con delega per i finanziamenti europei e internazionali all'IIT di Genova. Inoltre Metta è stato responsabile di numerosi progetti europei e consulente come esperto di robotica nell’ambito dei programmi della Commissione Europea.
  • Michele Muccini
    Michele Muccini è responsabile del CNR-ISMN di Bologna e co-fondatore e Chief Technology Officer di E.T.C. S.r.l., uno Spin off del CNR e start up del gruppo SAES, dedicato all’elettronica organica e alla biofotonica. Muccini è inventore dell’OLET, il transistor elettroluminescente organico e dell’OCST, un sensore organico per la stimolazione e la registrazione di reti neuronali. E’ autore di circa 130 pubblicazioni scientifiche in riviste internazionali ed inventore di 12 brevetti internazionali. Ha tenuto più di 100 presentazioni su invito a conferenze internazionali.
  • Giovanni Lanfranchi
    Giovanni Lanfranchi è IBM Software Group Vice President, Cloud & Smarter Infrastructure Ha responsabilita’ di sviluppo software a livello mondiale in area Cloud con 8 centri di Ricerca & sviluppo sparsi nel mondo : Italia, Germania, Cina, USA, Irlanda, Polonia, India e Singapore ( attualmente intorno ai 1200 addetti) E’ anche stato Direttore del IBM Software Laboratory di Roma composto da importanti strutture di sviluppo Sw e servizi Si è laureato in Fisica all’Università Statale di Milano nel 1986, mentre già lavorava come ricercatore presso Olivetti. Ha iniziato a lavorare per IBM con la carica di Industry Consultant Director nel settore della simulazione numerica , Computer Aided Design e Computer Aided Engineering . In tale ambito ha lavorato come consulente e referente principale per le piu’ importanti aziende autombilistiche e aeronautiche del mondo ( Boeing, Honda, Ferrari F1, BMW, Audi, Mercedes,..) Nel 2000 ha assunto l’incarico di Direttore della linea di prodotti Availability/Performance e Scheduling, uno dei più importanti segmenti all’interno di IBM Software Group . Due anni dopo, nel 2002, si e’ trasferito in USA dove è stato nominato alla guida delle strategie di IBM Software Group con la responsabilità di decisioni chiave per lo sviluppo delle architetture nonché del coordinamento dei team responsabili dei prodotti e delle iniziative. Nella sua carriera ha guidato importanti e complesse organizzazioni mondiali di Software ed ha contribuito allo sviluppo di importanti “trend” tecnologici quali il Cloud Computing .
  • Elena Santi
    Architetto e designer, Elena Santi, è vincitrice nel 2007 del concorso designER giovani designer dell'Emilia Romagna . A Bologna collabora fino al 2009 con importanti studi come IosaGhini Associati, dove con quest'ultimo partecipa alla progettazione della nuova sede di Seat Pagine Gialle a Torino. I suoi progetti di architettura e design si svolgono attualmente tra le province di Bologna e Udine. Dal 2006 si dedica al design in chiave diversa, creando oggetti in piccola serie. Dal 2003 partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali, selezionata poi per mostre da Roma a Lipsia. Grazie a queste esperienze di alcune esposizioni in Europa nasce l'idea nel 2009 di creare il marchio OpenDesignItalia un evento internazionale del design autoprodotto e di piccola serie, prima edizione a Modena e successive edizioni a Bologna e Venezia. Ideatrice e direttore artistico di OpenDesignItalia grazie all'evento si propone di ripensare il mondo del design su nuovi circuiti commerciali e sul concetto del design di piccola serie autoprodotto. I numeri delle prime edizioni sottolineano il successo dell'idea. Nel 2010 apre un atelier dedicato all'esposizione e vendita del design di piccola serie; questo nuovo progetto vince il concorso giovani creativi di Modena. Selezionata nel 2012 come Nuovitalians per OpenDesignItalia tra le dieci imprese creative italiane, sviluppa con Laura Succini, organizzatrice insieme nell'OpenDesignItali, il progetto OpenDesigIitalia Factory progetto startup vincitrice di Spinner 2013.
  • Guido Caldarelli
    Guido Caldarelli Professore Associato a IMT Lucca, e' un fisico statistico laureatosi presso il Dipartimento di Fisica di Roma Sapienza e dottoratosi alla SISSA di Trieste. Dopo un'esperienza da postdoc in Inghilterra presso le Università di Manchester e Cambridge è ritornato in Italia come ricercatore presso l'Istituto Nazionale per la Materia Condensata (INFM) e poi come Primo Ricercatore presso l'Istituto dei Sistemi Complessi del Consiglio Nazionale delle Ricerche. E' un esperto di reti Complesse e delle loro applicazioni nel campo della finanza e dell'economia. In questo campo ha pubblicato diversi libri e coordinato diversi progetti Europei.
  • Luca Parmitano
    Nato a Paternò, il 27 settembre 1976. Luca Parmitano è sposato e ha due figlie. Lui è appassionato di immersioni, snowboard, paracadutismo Luca diplomato al Liceo Scientifico Statale `Galileo Galilei 'di Catania, Italia, nel 1995. Nel 1999, ha conseguito una laurea in scienze politiche presso l'Università di Napoli Federico II, l'Italia, con una tesi in diritto internazionale. Nel 2000, si è laureato presso l'Accademia Aeronautica italiana, a Pozzuoli, Italia. Luca ha completato la formazione di base dell'aeronautica con la US Air Force alla Euro-NATO Joint Jet Pilot Training di Sheppard Air Force Base, in Texas, negli Stati Uniti, nel 2001. Ha completato il corso JCO / CAS con la USAFE a Sembach, Germania, nel 2002. Nel 2003, ha qualificato come Electronic Warfare Officer presso il ReSTOGE di Pratica di Mare, Italia. Ha completato il programma Tactical Leadership in Florennes, in Belgio, nel 2005. Nel 2007, è stato selezionato dall'Aeronautica Italiana per diventare pilota collaudatore. Si è formato come pilota collaudatore sperimentale presso Epner, la scuola pilota collaudatore francese a Istres. Luca è un maggiore della Aeronautica Militare Italiana. Ha al suo attivo più di 2000 ore di volo, è qualificato su più di 20 tipi di aerei militari ed elicotteri, e ha volato più di 40 tipi di aerei. Luca è stato selezionato come astronauta ESA nel maggio 2009. Nel febbraio del 2011, Luca è stato assegnato come ingegnere di volo per una missione di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale. E 'stato lanciato su un lanciatore Soyuz da Baikonur, Kazakistan, il 28 maggio 2013.
  • Cristina Favini
    Strategist, Manager of Design & Partner della service design company Logotel, ideatrice e responsabile del progetto Weconomy, "disegna" e accompagna progetti di service design per importanti aziende italiane e internazionali. Autrice del modello "Iceberg" per la trasformazione fisico-digitale dell'impresa e delle reti di vendita, negli ultimi 15 anni ha concretizzato la sua passione per l'innovazione collaborativa progettando, implementando e condividendo numerosi concept a livello internazionale in Italia, Perù, Cile, Brasile, Tunisia, Grecia, Cina. Sviluppa analisi e ricerche condividendo gli studi e l'esperienza acquisita attraverso convegni, seminari e workshop. È inoltre Membro della Commissione Servizi di ADI (Associazione Disegno Industriale Nazionale).
  • Francesco Bombardi
    Classe 72, romagnolo di nascita, reggiano d'adozione, laurea in Architettura al Politecnico di Milano dopo gli studi all'Escuela Tecnica Superior de Arquitectura di Barcellona. Dopo un' esperienza a Parigi nello Studio Mario Cucinella Architects e a Bologna da StudioIosa Ghini , nel 2001 apre BBStudio Architettura e Design a Reggio Emilia . Seguendo un percorso attraverso gli ambiti di Smart City e Smart Communities, finalizza una personale ricerca su, progetto -produzione -innovazione sociale con la fondazione nel 2012 di Fab Lab Reggio Emilia , powered by Reggio Emilia Innovazione, all’interno dello Spazio Gerra. Tiene il corso di design industriale al dipartimento di Ingegneria Meccatronica e Gestionale di UNIMORE.
  • Christian Zoli
    Zoli nasce a Ravenna nel 1974. La sua formazione iniziale è di tipo scientifico, ma, dopo una breve esperienza nel settore commerciale, scopre il mondo della formazione e della comunicazione e ne resta da subito affascinato, studiandola dapprima fino a divenire formatore e relatore lui stesso. Parallelamente alle sue esperienze professionali porta avanti il suo interesse per il gioco. Fin da piccolo, infatti, ha una passione sfrenata per il gioco, in ogni sua forma. Con un'unica pecca: è incapace di giocare a qualsiasi cosa senza cercare di cambiarne le regole. Anche le esperienze nel mondo del gioco si arricchiscono col tempo. Dal 1995 entra nella gestione del circolo Quintet, una ludoteca della sua città, (esperienza che continua tuttora), dal 2003 al 2005 tiene per due anni un negozio di giochi della catena Dragon Store e, infine, inizia un rapporto di collaborazione come game designer per la casa editrice Raven Distribution. Nel suo secondo titolo pubblicato, Wherewolf, esplora i confini che separano il gioco e la comunicazione, iniziando a fondere e a mischiare i suoi due interessi principali. Il titolo riscuote un certo interesse nell'ambiente ludico e viene ristampato nel 2012 assieme ad altri due giochi collegati. A partire dal 2009 segue con interesse la neonata Gamification, che sembra unire in maniera completa i due mondi che fino a quel momento aveva vissuto separatamente. Psicologia cognitiva, neurolinguistica, economia comportamentale, comunicazione e game-design sono ora parte di un'unica realtà che sembra essergli stata cucita su misura. La ricerca in questo settore sembra un gioco anch'essa, poiché la materia è completamente nuova e non ci sono ancora canali ufficiali e fonti riconosciute e codificate. Libri, TED talk, articoli online, blog e scambi di email diventano tutti parte di un'unica ricerca e di un'unica rete di contatti su questo argomento e su tutti gli interessanti sviluppi che nel tempo ne seguono. Partecipa al GSummit del 2013 a San Francisco e segue i primi ed unici corsi ufficiali in materia: quello del Professor Kevin Werbach all'interno del progetto Coursera, dell'Università della Pennsylvania e quello di Gabe Zichermann, il gamedesigner che primo ha definito lo stesso concetto di Gamification. Inizia lui stesso a diffondere i concetti di Gamification in Italia in diverse conferenze tenute sul territorio, fra cui un paio all'interno del Mensa Italia. Attualmente è il responsabile della Gamification di Visiotrade spa, una azienda di Torino che si occupa di corporate barter e di moneta complementare.
  • Cristiano Bottone
    Cristiano Bottone, classe '67, fino al 2005 si occupa di pubblicità in modo abbastanza convenzionale, direzione creativa, strategia, ecc... ma proprio questo lavorare dietro le quinte del mondo dell'industria e della finanza gli fa scoprire che il "Sistema" sarebbe presto andato in pezzi. Da quel momento ha cominciato a cercare un'altra strada per questa nostra complessa società. In realtà non aveva molta speranza di trovarla, era solo convinto di dover provare. Poi nel 2008 ha scoperto che un gruppetto di inglesi stava provando qualcosa che non si era mai visto prima, l'avevano chiamato "processo di Transizione"... decide di tentare l'esperimento anche in Italia e fonda assieme ad un gruppo di cittadini la prima Iniziativa di Transizione nell'Europa continentale a Monteveglio (in provincia di Bologna). Contemporaneamente da vita, assieme ad un altro gruppo di sperimentatori a livello nazionale, a Transition Italia che diventerà l'hub nazionale del movimento. Oggi in Italia si contano 31 esperimenti di Città di Transizione in corso, 500 in Europa e circa 2.000 nel mondo. Il Transition Network è stato recentemente premiato dall'European Economic and Social Commetee con il primo premio Civil Society Prize 2012 e il caso di Monteveglio è stato tra quelli analizzati e maggiormente apprezzati dal Comitato.
  • GiamPaolo Colletti
    Giampaolo Colletti è un giornalista esperto di media online e nuove professioni e imprenditore digitale. Da giugno 2013 è presidente dei Giovani Imprenditori CNA Bologna. Ha fondato l'osservatorio e network delle web tv italiane Altratv.tv e la community dei wwworkers, piattaforma che aggrega oltre duemila lavoratori della rete. Da maggio 2013 scrive e conduce Penelope, la prima trasmissione web-native online su Rai.tv e sulla social tv della Rai. Ha lavorato per cinque anni in Vodafone e per tre anni in Technogym, accendendo la rispettive web tv aziendali. Ha co-fondato l'osservatorio sull'enterprises generated content dell'Università Bocconi. Ha scritto e condotto per Radio24 e Rai3 e oggi scrive per Nòva24 del Sole24Ore, Millionaire, Che Futuro, Metro, L'Impresa. Cura il blog "netizen" sul Sole24Ore e il blog "wwworkers" sul Fatto Quotidiano. Per Gruppo24Ore ha scritto "TV fai-da-web" (2010), "Wwworkers: i nuovi lavoratori della rete" (2011), "Vendere con le community" (2012), "Social TV" (con Andrea Materia, 2012)

Venue and Details

Teatro Testoni
Via Giacomo Matteotti 16
Bologna,
Italy

Event Type (what is this?) Standard

This event occurred in the past.
See more TEDxBologna events »

Organizer 185639

Andrea Pauri
Bologna (Italy), Italy

View Profile »

Team

Maurizio Guermandi
Direttore Creativo
Federico Evangelisti
Planner
Luigi Mastandrea
Content Manager
Elisa Sabatini
Social Media Manager