Return to the talk Return to talk

Transcript

Select language

0:11 Chris Anderson: Elon, che tipo di folle sogno ti ha convinto a pensare di provare a sfidare l'industria dell'auto e costruire un'auto completamente elettrica?

0:20 Elon Musk: Beh, risale a quando ero all'università. Pensavo a quali fossero i problemi che molto probabilmente avrebbero influito sul futuro del mondo o sul futuro dell'umanità. Credo che sia estremamente importante avere trasporti sostenibili e produzione di energia sostenibile. Quel problema generale dell'energia sostenibile è il più grande problema che dobbiamo risolvere in questo secolo, indipendentemente dai problemi ambientali. Di fatto, anche se produrre CO2 fosse positivo per l'ambiente, considerando che gli idrocarburi finiranno, dobbiamo trovare mezzi sostenibili di operare.

0:51 CA: La maggior parte dell'elettricità negli Stati Uniti viene da carburanti fossili. Come può aiutare un'auto elettrica che si attacca alla corrente?

1:01 EM: Giusto. Ci sono due elementi da considerare. Il primo è che, se prendiamo la stessa fonte di combustibile e produciamo energia in una centrale elettrica e la usiamo per caricare auto elettriche, è sempre meglio. Quindi se prendiamo, diciamo, il gas naturale la più importante fonte di energia da idrocarburi, se li bruciamo in una moderna turbina General Electric a gas naturale, otteniamo circa il 60 per cento di efficienza. Se mettiamo lo stesso combustibile in un motore d'auto a combustione interna, si ottiene circa il 20 per cento di efficienza. E il motivo risiede nella centrale elettrica fissa, ci si può permettere di avere qualcosa che pesa molto di più, è voluminosa, e si possono recuperare gli scarti di calore, far funzionare una turbina e generare una fonte di energia secondaria. Quindi in effetti, anche se teniamo conto delle perdite nella trasmissione, anche usando la stessa fonte di energia, è sempre meglio caricare un'auto elettrica, che non bruciarla in una centrale elettrica.

1:48 CA: Quella scala produce efficienza.

1:50 EM: Certo. E l'altro punto è che dobbiamo avere mezzi sostenibili di produzione di energia, produzione di elettricità. Considerando che dobbiamo risolvere la produzione di elettricità sostenibile, allora ha senso avere auto elettriche come mezzo di trasporto.

2:06 CA: Abbiamo qualche video dell'assemblaggio di una Tesla, che, se possiamo far partire il primo video -- Cosa c'è di innovativo in questo processo, in quest'auto?

2:18 EM: Certo. Per poter accelerare l'arrivo del trasporto elettrico, e devo dire che penso in realtà che tutti i mezzi di trasporto diventeranno completamente elettrici con l'ironica eccezione dei veicoli spaziali. Non c'è modo di aggirare il terzo principio di Newton. Il problema è come accelerare l'avvento del trasporto elettrico? E per farlo con le auto, bisogna lanciare un'auto veramente efficiente energeticamente, significa farla incredibilmente leggera, e quindi quello che vedete è l'unica auto con la struttura e la carrozzeria completamente in alluminio fatta in America del Nord. Di fatto, abbiamo applicato molte delle tecniche di design dei veicoli spaziali per rendere l'auto leggera nonostante le grosse batterie. E ha anche il minore coefficiente di resistenza aerodinamica tra tutte le auto della sua dimensione. Di conseguenza, l'uso di energia è molto basso, e ha il pacchetto batteria più avanzato, ed è questo che le dà il livello di competitività, che si può in realtà avere su auto che fa 300 km.

3:12 CA: Voglio dire, questi gruppi batteria sono terribilmente pesanti, ma pensi sempre che la matematica possa funzionare -- combinando una struttura leggera, una batteria pesante, si può comunque ottenere un'efficienza spettacolare.

3:23 EM: Esattamente. Tutto il resto dell'auto deve essere molto leggero per compensare la massa del gruppo batteria, e poi deve avere un coefficiente di resistenza aerodinamica basso per viaggiare in autostrada. E di fatto, i clienti del Modello S competono tra di loro per cercare di raggiungere la durata più elevata. Credo che di recente qualcuno sia arrivato a 670 km con una singola carica.

3:41 CA: Bruno Bowden, che è qui, lo ha fatto, ha battuto il record del mondo. EM: Complimenti.

3:47 CA: Questa era la buona notizia. La cattiva notizia è che per farlo, ha dovuto guidare a 30 km orari a velocità costante ed è stato fermato dalla polizia. (Risate)

3:55 EM: Voglio dire, si può certamente guidare -- se guidate a 100 km orari, in condizioni normali, 400 km sono un numero ragionevole.

4:06 CA: Vediamo il secondo video che mostra la Tesla in azione sul ghiaccio. Niente male secondo il New York Times. Qual è la cosa più sorprendente dell'esperienza di guida dell'auto?

4:16 EM: Nel creare un'auto elettrica, la reattività dell'auto è incredibile. Volevamo veramente che la gente pensasse di essere quasi mentalmente fusa con l'auto, come se fosse un tutt'uno con l'auto, sterzando e accelerando, tutto si verifica semplicemente, come se l'auto avesse l'ESP. Lo si può fare con un'auto elettrica perché è reattiva. Non lo si può fare con un'auto a benzina. Credo che sia una profonda differenza, e la gente lo prova solo facendo una prova di guida.

4:44 CA: È una bella auto, ma è costosa. C'è in piano di farla diventare un'auto per il grande pubblico?

4:53 EM: Sì. L'obiettivo di Tesla è sempre stato avere un processo in tre fasi, in cui la prima versione è un'auto costosa con volumi bassi, la versione due ad un prezzo intermedio per volumi intermedi, e la versione tre sarà a basso costo e volumi elevati. Ora siamo alla fase due. Avevamo un'auto sportiva da 100 000 dollari, che era la Roadster. Poi abbiamo il Modello S, che parte da 50 000 dollari. E la terza generazione di auto, che speriamo esca tra tre o quattro anni sarà un'auto da 30 000 dollari. Ma ogni volta che c'è una nuova tecnologia, di solito ci vogliono tre importanti versioni per poterne fare un prodotto di largo consumo. E quindi credo che stiamo facendo progressi in quella direzione, e sono convinto che ci arriveremo.

5:34 CA: Ora, se bisogna fare un piccolo spostamento, si può usare la macchina, tornare indietro e ricaricarla a casa. Non c'è una vasta rete nazionale di stazioni di ricarica che siano veloci. Pensi che arriveranno, veramente, o solo sulle strade principali?

5:49 EM: In realtà ci sono molte più stazioni di ricarica di quanto la gente pensi, e a Tesla abbiamo sviluppato una cosa chiamata tecnologia Supercharging, e la proponiamo gratuitamente, per sempre, a chi compra un Modello S. Magari è una cosa di cui molti non si rendono conto. Oggi la California e il Nevada sono coperti, e la costa orientale da Boston a Washington è coperta. Entro la fine dell'anno, sarete in grado di guidare da Los Angeles a New York utilizzando solo la rete Supercharger, che carica cinque volte più rapidamente di qualunque altra. E la chiave è avere un rapporto tra tempo di guida e fermate di circa sei o sette. Quindi se guidate per tre ore, vi volete fermare per 20 o 30 minuti, perché è quanto normalmente si fermano le persone. Quindi se iniziate un viaggio alle 9 del mattino, entro mezzogiorno vorrete fermarvi per mangiare qualcosa, andare in bagno, prendere un caffè e continuare.

6:43 CA: La vostra proposta ai consumatori è che ci vuole circa un'ora per una ricarica completa. È normale -- non vi aspettate di partire entro 10 minuti. Aspettate un'ora, ma la buona notizia è che aiutate a salvare il pianeta, e comunque, l'elettricità è gratis. Non pagate niente.

6:56 EM: In realtà, ci aspettiamo che la gente si fermi per 20 o 30 minuti, non per un'ora. In realtà è meglio guidare per 250, 270 chilometri e fermarsi per una mezz'ora e poi continuare. Sono i tempi normali di un viaggio. CA: Bene. Questa è solo una corda al vostro arco. Stai lavorando in questa azienda SolarCity. Cos'ha di insolito?

7:26 EM: Beh, come dicevo prima, dobbiamo arrivare ad una produzione di energia sostenibile ed un consumo sostenibile, quindi sono abbastanza fiducioso che i mezzi principali di produzione di energia, saranno solari. Voglio dire, è come una fusione indiretta. Abbiamo questo enorme generatore di fusione nel cielo chiamato Sole, e dobbiamo solo sfruttare un po' di quell'energia per la civiltà umana. Quello che molti sanno ma di cui non si rendono conto è che il mondo è già quasi interamente ad energia solare. Se non ci fosse il sole, saremmo una palla di ghiaccio congelata a tre gradi Kelvin, e il sole dà energia all'intero sistema delle precipitazioni. L'intero ecosistema è ad energia solare.

8:08 CA: Ma in 3,5 litri di benzina, ci sono migliaia di anni di energia solare compressi in poco spazio, quindi è difficile far funzionare i numeri sul solare e lontanamente competere con, per esempio, il gas naturale, il gas naturale a fratturazione. Come farete a crearci attorno un business?

8:24 EM: In realtà, sono convinto che il solare batterà tutti, a mani basse, compreso il gas naturale.

8:32 (Applausi) CA: Come?

8:34 EM: In realtà, deve. Se non lo fa, siamo in un grosso guaio.

8:38 CA: Ma non vendete pannelli solari ai consumatori. Cosa fate? EM: In realtà lo facciamo. Si può comprare un sistema solare o si può noleggiare un sistema solare. Molti scelgono il noleggio. E il vantaggio dell'energia solare è che non ha nessun costo di stoccaggio o costi operativi, quindi una volta installato, è lì. Funziona per decenni. Funzionerà probabilmente per un secolo. Quindi, la chiave è ridurre il costo dell'installazione iniziale, e ridurre il costo del finanziamento, perché quell'interesse -- questi sono i due fattori che guidano il costo del solare. E abbiamo fatto enormi progressi in quella direzione, ecco perché sono convinto che batteremo il gas naturale.

9:19 CA: Quindi la sua attuale proposta al consumatore è non pagare troppo all'inizio.

9:24 EM: Zero. CA: Non pagare niente all'inizio. Installeremo pannelli sul vostro tetto. Pagherete dopo, quanto dura un normale noleggio?

9:33 EM: Di solito sono 20 anni, ma la proposta è abbastanza diretta, mi sembra di capire. Niente anticipi, e la bolletta diminuisce. Un affare.

9:47 CA: Sembra che il consumatore ci guadagni. Nessun rischio, pagherete meno di quello che pagate ora. Quindi il sogno è -- voglio dire, a chi appartiene l'elettricità di quei pannelli sul lungo termine? Come ci guadagna l'azienda?

10:02 EM: Sostanzialmente, SolarCity ottiene finanziamenti da un'azienda o da una banca. Google è uno dei nostri partner. E si aspetta un ritorno dell'investimento. Con quel capitale, SolarCity acquista e installa i pannelli sui tetti e poi addebita al proprietario della casa o dell'azienda un contributo mensile, che è più basso della bolletta.

10:31 CA: Ma voi ottenete un beneficio commerciale a lungo termine da quell'energia. Create un nuovo tipo di utenza distribuita.

10:38 EM: Esattamente. Diventa un'enorme utenza distribuita. Credo che sia una buona cosa, perché le utenze sono sempre state un monopolio, e la gente non ha mai avuto scelta. Di fatto è la prima volta che entra la concorrenza in questo monopolio, perché le utenze sono sempre state le uniche proprietarie di quelle linee di distribuzione dell'energia, ma ora è sul vostro tetto. Quindi credo che dia grande potere ai proprietari di case e alle aziende.

11:05 CA: Lei dipinge un futuro dove la maggio parte dell'energia in America, nel giro di un decennio o due, o durante la sua vita, andrà verso il solare?

11:15 EM: Sono estremamente convinto che dal solare arriverà la maggior parte dell'energia, molto probabilmente la farà da padrone, e prevedo che sarà prevalente in meno di 20 anni. Ho fatto quella scommessa con qualcuno -- CA: La definizione di prevalente è?

11:31 EM: Più dal solare che da qualunque altra fonte.

11:33 CA: Ah. Con chi ha fatto quella scommessa?

11:37 EM: Con un amico che rimarrà anonimo.

11:40 CA: Solo tra me e lei. (Risate)

11:44 EM: Ho fatto quella scommessa, credo, due o tre anni fa, quindi nel giro di circa 18 anni, credo che vedremo più energia solare di qualunque altra fonte.

11:53 CA: Bene, torniamo ad un'altra scommessa che ha fatto con se stesso, credo, una scommessa folle. Ha fatto un po' di soldi dalla vendita di PayPal. Ha deciso di creare una società aerospaziale. Perché mai uno dovrebbe fare una cosa del genere? (Risate)

12:08 EM: Mi sono spesso fatto questa domanda, è vero. La gente direbbe, "Hai sentito la barzelletta di quel tizio che ha fatto una piccola fortuna nell'industria aerospaziale?" Ovviamente, "Ha iniziato con una grossa fortuna", sarebbe la battuta finale. Quindi dico alla gente che stavo cercando di capire il modo più veloce di trasformare una grossa fortuna in una piccola. E mi guarderebbero dicendo, "Fa sul serio?"

12:28 CA: E stranamente, lo era. Allora cos'è successo?

12:33 EM: C'è mancato poco. Le cose per poco non giravano male. Abbiamo quasi fallito, ma siamo riusciti a cavarcela nel 2008. L'obiettivo di SpaceX è cercare di migliorare la tecnologia aerospaziale, e in particolare di risolvere un problema che credo sia essenziale perché l'umanità diventi una civiltà dello spazio, ossia avere un veicolo spaziale rapidamente e completamente riutilizzabile.

12:58 CA: L'umanità diventerà gente dello spazio? Era questo il tuo sogno, in un certo modo, da quando eri ragazzo? Sognavi di andare su Marte e oltre?

13:08 EM: Costruivo razzi quando ero ragazzo, ma non pensavo che vi avrei partecipato. Era molto più dal punto di vista di quali cose dovrebbero succedere perché il futuro sia emozionante e illuminante? E credo veramente che ci sia una differenza fondamentale, se si guarda al futuro, tra un'umanità di gente dello spazio, che va là fuori a esplorare le stelle, su diversi pianeti, e credo che sia veramente emozionante, rispetto a un'umanità confinata sulla Terra in attesa di un'eventuale estinzione.

13:40 CA: Quindi in qualche modo avete tagliato il costo di costruzione di un veicolo spaziale del 75 per cento, a seconda di come lo si calcola. Come diavolo avete fatto? La NASA ci ha provato per anni. Voi come avete fatto?

13:51 EM: Abbiamo fatto significativi progressi nelle tecnologie associate alla fusoliera, ai motori, all'elettronica e alle operazioni di lancio. C'è una lunga lista di innovazioni che abbiamo scoperto che sono un po' difficili da trasmettere in questo discorso, ma --

14:10 CA: Non minime perché vi possono ancora copiare, giusto? Non avete brevettato questa roba. È veramente interessante.

14:16 EM: No, non brevettiamo. CA: Non brevettate perché credete che sia più pericoloso brevettare che non farlo.

14:21 EM: Considerando che i nostri principali concorrenti sono i governi nazionali l'applicabilità dei brevetti è discutibile. (Risate) (Applausi)

14:28 CA: È molto, molto interessante. Ma la grande innovazione deve ancora arrivare, e ci state lavorando adesso. Raccontacela.

14:37 EM: La grande innovazione --

14:38 CA: Facciamo partire il video e ce ne puoi parlare mentre passa, cosa succede qui.

14:43 EM: Assolutamente. La cosa dei veicoli spaziali è che sono tutti espandibili. Tutti i veicoli spaziali che volano oggi sono espandibili. Lo space shuttle è stato un tentativo di veicolo spaziale riutilizzabile, ma anche il serbatoio principale dello space shuttle veniva eliminato ogni volta, e per le parti riutilizzabili ci volevano gruppi di 10 000 perone e nove mesi di lavoro per rimetterle a nuovo. Quindi lo space shuttle è finito per costare miliardi di dollari a volo. Ovviamente non va bene --

15:08 CA: Cos'è successo? Abbiamo appena visto una cosa atterrare?

15:12 EM: Esatto. È importante che le fasi del veicolo spaziale siano in grado di tornare indietro, siano in grado di tornare al sito di lancio e sia pronto ad essere lanciato nuovamente nel giro di qualche ora.

15:22 CA: Wow: Veicoli spaziali riutilizzabili. EM: Sì. (Applausi) Quello di cui tanti non si rendono conto è che il costo del carburante, del propellente, è molto basso. Quanto quello di un jet. Il costo del propellente è circa dello 0,3 per cento del costo del veicolo. È possibile raggiungere, diciamo, un miglioramento di 100 volte del costo del volo spaziale se si può efficacemente riutilizzare il veicolo. Ecco perché è così importante. Tutti i mezzi di trasporto che utilizziamo, che siano aerei, treni, automobili, biciclette, cavalli, sono riutilizzabili, ma non i veicoli spaziali. Dobbiamo risolvere questo problema per poter diventare una civiltà dello spazio.

16:00 CA: Mi ha fatto una domanda poco fa di quanto sarebbero popolari le crociere se si dovesse bruciare subito dopo la nave. EM: Alcune crociere sono apparentemente molto problematiche.

16:12 CA: Assolutamente molto più costoso. Potenzialmente è una tecnologia assolutamente dirompente, e, credo prepari la strada affinché i suoi sogni a un certo punto portino l'umanità su Marte in larga scala. Vorresti vedere una colonia su Marte.

16:28 EM: Sì, esattamente. SpaceX, o qualche combinazione di aziende e governi, devono fare progressi nella direzione di una vita multi-planetaria di insediamento di una base su un altro pianeta, su Marte -- essendo l'unica opzione realistica -- e poi costruirci una base finché non diventiamo una vera specie multiplanetaria.

16:48 CA: Andiamo avanti su "rendiamoli riutilizzabili", come sta andando? Quello che abbiamo visto è solo un video di simulazione. Comes sta andando?

16:56 EM: In realtà, abbiamo fatto progressi di recente con una cosa che chiamiamo Grasshopper Test Project, in cui testiamo la parte dell'atterraggio verticale del volo, la parte terminale che è abbastanza complicata. Abbiamo fatto qualche test di successo.

17:12 CA: Possiamo vederli? EM: Certo. Questo è solo per dare un senso delle proporzioni. Abbiamo vestito un cowboy come Johnny Cash e legato il manichino al veicolo spaziale. (Risate)

17:21 CA: Bene, vediamo il video allora, perché è fantastico se ci pensate. Non lo avete mai visto prima. Il lancio di un veicolo spaziale --

17:30 EM: Già, quel veicolo è alto quanto un edificio di 12 piani. (Lancio del veicolo) Ora staziona a circa 40 metri, e aggiusta costantemente l'angolo, il passo e la deriva del motore principale, e mantiene l'andatura con la spinte a gas di carbone.

18:05 CA: È fantastico? (Applausi) Elon, come avete fatto? Questi progetti sono così -- Paypal, SolarCity, Tesla, SpaceX, sono talmente diversi, sono progetti così ambiziosi. Come può una persona essere in grado di innovare in questo modo? Come fai?

18:33 EM: In realtà non lo so. Non ho la risposta giusta. Lavoro molto. Veramente molto.

18:44 CA: Ho una teoria. EM: Ok. Bene.

18:46 CA: La mia teoria è che tu hai la capacità di pensare a livello di design di sistema che mette insieme design, tecnologia e business, quindi se TED fosse TBD, design, tecnologia e business, in un tutt'uno, sintetizzato in un modo in cui solo poche persone possono e -- e questo è il punto critico -- avere la dannata fiducia in quell'insieme di cose da prendere folli rischi. Scommetti la tua fortuna su questo, e sembra che tu lo abbia fatto diverse volte. Quasi nessuno riesce a farlo. Possiamo avere parte di quella ricetta segreta? Possiamo metterla nel nostro sistema di istruzione? Si può imparare da te? È meraviglioso quello che hai realizzato.

19:30 EM: Beh, grazie. Grazie. Credo che ci sia una corretta struttura di pensiero. È la fisica. I primi ragionamenti. Di solito penso che ci siano -- quello che intendo è, ridurre le cose ai loro fondamentali e ragionare da lì, rispetto al ragionamento per analogie. Tutta la nostra vita, viviamo ragionando per analogie, che sostanzialmente significa copiare le cose di altri con piccole variazioni. E lo si deve fare. Altrimenti, mentalmente, non ce la faremmo. Ma quando facciamo qualcosa di nuovo, si deve applicare l'approccio fisico. Fisica vuol dire veramente capire come scoprire cose nuove che sono contro-intuitive, come la meccanica quantistica. È veramente contro-intuitiva. Credo che sia una cosa importante da fare, e poi anche prestare attenzione ai riscontri negativi, e cercarli, in particolare dagli amici. Potrebbe sembrare un semplice consiglio, ma pochi lo fanno, ed è incredibilmente utile.

20:35 CA: Ragazzi e ragazze che state guardando, studiate la fisica. Imparate da quest'uomo. Elon Musk, vorrei che avessimo tutto il giorno, ma grazie per essere venuto a TED.

20:43 EM: Grazie. CA: È stato meraviglioso. È stato veramente fantastico. Guardate qui. (Applausi)

20:49 Inchiniamoci. È stato fantastico. Grazie infinite.